Feed
Notarelle

Altri 10 motivi per cui lascia perdere
di Makkox

23 mar
2011

(segue da qui)

• non sai un cazzo di anatomia. non sai un cazzo di prospettiva. il tuo non è Superman, è solo un tizio che tiene davanti a sé un pugno grosso come un toyota pajero attaccato a 4cm di braccio e due piccole appendici a forma di piedi che gli penzolano direttamente dal collo.

• per quanti pallini bianchi e mezzelune di riflesso puoi ficcare in quelle pupille non hai idea di cosa sia uno sguardo. sembreranno sempre e solo le applique a muro del cesso liberty del Savoy.

• non hai la minima concezione del significato di ” fluidità ed espressività del segno”. di sicuro non è quel quid che fa apparire il tuo lavoro il risultato di un gioco in cui si deve tracciare su un foglio il contorno della mano buona con un pennarello tenuto sotto l’ascella opposta.

• non ti rendi conto, anche dopo che le hai ascoltate, perché ti siano state mosse le tre critiche quissù. non è che tu ti vedi bene e qualcuno crudele e invidioso ti vede male: non ti vedi.

• non capisci che se lavori riproducendo in chiaroscuro pedissequamente una foto sei in gara con un filtro di photoshop. vinca il migliore.

• non accetti di dover disimparare tutto e reimparare tutto, stavolta nel modo giusto. hai risolto più semplicemente, invece, racchiudendo l’insieme delle tue tare di base in quello che definisci “il tuo stile”.

• non capisci che il disegno non deve “somigliare” ma “evocare”. ma ti è così inarrivabile il concetto di evocazione che l’hai sostituito con quello di riproduzione. e comunque riproduci male. anzi: lo fai col tuo stile.

• colori solo perché speri che così migliorerà. è lo stesso principio per cui uno si dà il fondotinta su un occhio nero. e colori per distrarre dalla povertà del disegno. è lo stesso principio per cui uno con un occhio nero si dà il fondotinta e si mette un pappagallo ara araruna di tre chili sulla spalla.

embè? di Makkox

embè? di Makkox

• hai scelto di autoprodurti perché non t’ha risposto nessun editore e chi l’ha fatto con onestà t’ha ferito. quindi invece di tentare migliorarti come disegnatore, tenti di diventare editore. o meglio: di diventare l’unico editore che riconosce il tuo talento.

• in una parte nascosta e sotterranea di te stesso sei consapevole di quanto sopra, e ciò ti rende la patetica esposizione di te stesso al mondo in veste di “artista”, insopportabile. Quindi ti inventi uno pseudonimo che ti faccia da scudo.

(leggi la discussione anche su Facebook)

Commenta






Torna su


x

Ci stai cercando in edicola e non ci trovi?

Siamo in fumetteria, o puoi comprare l'albetto scontato via web. Tutte le info qui »

professional resume writing services