Feed
Ti presento il numero

Scegli: delle due, l’una
di Makkox

24 mag
2010

La copertina è sempre l’ultima cosa che faccio.
“Sempre” è un termine improprio per chi non ha mai pubblicato nulla a cadenza periodica che necessitasse di copertina e, ora che ci si trova, è solo al numero due.
Va bene: ‘STAVOLTA la copertina l’ho realizzata per ultima.

La copertina del secondo numero del Canemucco, fresca fresca di stampa

La copertina del secondo numero del Canemucco, fresca fresca di stampa

Credo che farò SEMPRE così, ma non per scelta: m’accorgo che s’è posizionata ultima nella mia check list mentale auocompilante. E son posizioni inamovibili, quelle di ‘ste check list. Una cifra ne ho. Sequenze ad ordinamento compulsivo e illogico per riti quotidiani.

Tipo disegnar vignette. E’ rito quotidiano. Una battuta, una cazzata, un segno con parola o anche senza. La sequenza compulsiva è: prima disegnare restando a guardare la mano che fa, poi trovare un testo che ci azzecchi col disegno. Che ci azzecchi di brutto. A guanto di pelle.
Così facendo poi senti dire (te stesso e gli altri): Cazzo come l’hai azzeccata l’espressione, la posa, il segno, che rendono al meglio quel testo nel balloon.
No, è il contrario. Se la vedi riuscita è perché è nata al contrario. Prima il disegno, poi il verbo.
Ma il disegno è già verbo. La parola, il balloon, è già lì, va solo grattato via il bianco.
Tutto molto aprogettuale e istintivo, come un tic.
E i tic si ripetono. O non sarebbero.

La vigna di Taddeo, che ispirò

La vigna di Taddeo, che ispirò

Così, a volte, gratto via il bianco e il testo è un dejavù. Ma che cazzo vuoi farci, era lì, il baloon, non si può cambiare ora, dopo aver fatto il disegno. Non ci azzeccherebbe mai come questo che era già lì, è un tutt’uno, solo che il balloon lo scopro per ultimo, come da check list.
E poi, Taddeo, mi sa, mi conosce, se lo tradisco soffre un po’ ma un po’ ne è felice, di soffrire.

E’ nella sua lista personale, la sofferenza, ultima voce inamovibile.

18 Commenti

Segui il feed dei commenti
  • Commento di vic, 24.05.2010 Rispondi

    e pensavo: dov’è la seconda copertina, così scelgo? Un genio.

    This comment was originally posted on FriendFeed


  • Commento di Ciocci, 24.05.2010 Rispondi

    come vic

    This comment was originally posted on FriendFeed


  • Commento di Fabrizio, 24.05.2010 Rispondi

    vedi su :-D


  • Pingback di Canemucco – E’ la rotativa, bellezza, 24.05.2010 Rispondi

    [...] in stampa il numero due del Canemucco (in anteprima planetaria e assoluta la psichedelica e paperesca copertina). La nostra banda degli onesti è andata a fare il controllo di tutt’e cose prima del via [...]


  • Commento di MAK The Water Boy, 25.05.2010 Rispondi

    mai andare a una mostra di pittori dell’espressionismo tedesco prima di colorare una copertina.

    This comment was originally posted on FriendFeed


  • Commento di vic, 25.05.2010 Rispondi

    io avevo pensato alla donna sullo squalo di Paz, poi andandola a rivedere erano altri colori, ma l’idea di base della luce "texturizzata" (abbiate pietà di me) c’era.

    This comment was originally posted on FriendFeed


  • Commento di MAK The Water Boy, 25.05.2010 Rispondi

    ah, sì, sì. ricordo quel disegno. molto ispirato nella luce. compreso il punto

    This comment was originally posted on FriendFeed


  • Commento di vic, 25.05.2010 Rispondi

    ecco: http://www.genesys-informatica.com/~barto/spaz/images/squala.jpg

    This comment was originally posted on FriendFeed


  • Commento di Webgol, 25.05.2010 Rispondi

    hum, non so vic: lì è proprio moscia la luce – a me non lo ricordava peggniente ma se proprio ci devo pensare a ’sto punto direi qualche scena di zanardi in discoteca che balla con le luci strobo, quelle disegnate a mezzo con corona (era corona? vado a memoria)

    This comment was originally posted on FriendFeed


  • Commento di Viditu - Umberto, 25.05.2010 Rispondi

    dovrebbe sapere di tapparelle abbassate o veneziane, luce che filtra, ed al massimo di una lampadina sul comodino, a me questo ispira…laik!

    This comment was originally posted on FriendFeed


  • Commento di makkox, 25.05.2010 Rispondi

    veneziane sicuro, quella è l’idea. poi usare il rosso complementare, nella parte più buia dell’ombra bluastra, è vecchia trovata vibrante da guitto pittaiolo, ma sempre buona se tirata fuori nell’occasione (emotiva) giusta.

    la notazione del vic era (credo) per la proiezione di forme nella luce che rivelano cose invisibili.
    nel disegno di paz le losanghe inafferrabili dell’acqua morbidamente increspata son rivelate nella proiezione sul dorso dello squalo, ma non si vedono nel disegno della superficie dell’acqua.
    Idem (si fa per dire percarità!) nel mio disegno la luce rivela le veneziane, tapparelle quelchesono, invisibili nel quadro.
    Intendevi questo con “luce texturizzata”, vic?

    Infine, se dovessi scegliere un paz dall’uso emotivo e non descrittivo del colore, (che io ricordi) lo si trova assai in Notte di Carnevale. Ma potrei sbagliarmi facile. i ricordi son bastarde proiezioni distorte di realtà fuori quadro.


  • Commento di MAK The Water Boy, 25.05.2010 Rispondi

    ah, cazzo, ho risposto nel blog. uff. http://www.canemucco.com/2010/05/24/scegli-delle-due-luna/#comments

    This comment was originally posted on FriendFeed


  • Commento di vic, 25.05.2010 Rispondi

    non è che io ci avessi fatto un gran ragionamento, eh, semplicemente una sensazione. le riflessioni analitiche di mak sono assai condivisibili ma non ci ero arrivato. per dirlo con parole mie: i ricordi son bastarde proiezioni distorte di realtà fuori quadro.

    This comment was originally posted on FriendFeed


  • Commento di batduccio, 25.05.2010 Rispondi

    ma quello steso sul letto a mantegna rovesciato (che non trovo)? con scritto schifano da qualche parte, forse aveva pure la tapparella…

    This comment was originally posted on FriendFeed


    • Commento di makkox, 26.05.2010 Rispondi

      forse forse era una puntata di Pentothal. una tavola d’apertura. forse.
      sbaglio facile paz che lo conosco poco.
      seconda puntata? terza?
      boh


      • Commento di makkox, 26.05.2010 Rispondi

        no, era notte di carnevale.
        mi ricordo altro letto.
        non rovesciato, allora.
        nnamo bene… hehehe


        • Commento di batduccio, 26.05.2010 Rispondi

          eheh letti, molti, facile confondere; magari ti ricordi “la bocca sollevò dal fiero pasto” dove il letto passa un po’ in secondo piano…


  • Commento di batduccio, 25.05.2010 Rispondi

    essì, era proprio notte di carnevale (come ho fatto a dimenticarlo? ma almeno la tapparella me la ricordavo), l’attacco : http://img396.imageshack.us/img396/4630/noncosisolojr6.jpg

    This comment was originally posted on FriendFeed







Torna su


x

Ci stai cercando in edicola e non ci trovi?

Siamo in fumetteria, o puoi comprare l'albetto scontato via web. Tutte le info qui »

professional resume writing services